giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

I palestinesi chiedono un intervento internazionale per fermare Israele

Ramallah, 4 lug (Prensa Latina) Oggi i leader palestinesi hanno chiesto alla comunità internazionale di agire immediatamente per fermare l'offensiva militare israeliana nel nord della Cisgiordania occupata, che finora ha causato 10 morti e un centinaio di feriti.

Il presidente del Consiglio Nazionale Palestinese, Ruhi Fattouh, in un comunicato ha esortato i parlamenti e le istituzioni internazionali, tra cui l’ONU, ad intervenire per porre fine “ai barbari crimini ed alle aggressioni contro la città di Jenin e il suo campo profughi”.
Fattouh ha affermato che le espulsioni di massa degli abitanti da queste località sono crimini di guerra ed ha accusato Israele di provocare una nuova catastrofe e sfollamenti forzati.
Da parte sua, anche il segretario generale dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina, Hussein Al Sheikh, ha chiesto su Twitter un intervento internazionale di fronte all’attacco militare contro la popolazione civile.
In particolare, Al Sheikh ha chiesto agli Stati Uniti di fare pressioni sul loro alleato, anche se ieri Washington, al contrario, ha dato il via libera all’operazione, difendendo il diritto di Israele a proteggersi.
La Mezzaluna Rossa ha denunciato che più di tremila palestinesi sono stati espulsi dalle loro case nelle ultime ore nel campo profughi di Jenin.
La situazione è molto difficile in questa città, la gente ha bisogno di acqua, cibo e medicine, ha concluso l’istituzione in un comunicato.

Ig/rob

#jenin #palestina #israele #attacco #cisgiordania #crimini di guerra

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE