mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Palestina denuncia nuovi crimini israeliani nella città di Nablus

Israel-ninos-palestinos
Ramallah, 26 lug (Prensa Latina) Il governo palestinese ha definito oggi un crimine di guerra la morte di tre palestinesi fucilati dai soldati israeliani nella città di Nablus, nel nord della Cisgiordania

Questa nuova aggressione è la continuazione di una politica di punizione collettiva a cui è soggetto il popolo palestinese, ha denunciato in un comunicato il portavoce della presidenza, Nabil Abu Rudeina.
Gli omicidi quotidiani, l’assalto alle nostre città, gli attacchi ai centri religiosi ed i piani di annessione non porteranno sicurezza e stabilità a nessuno, perché l’unico modo per raggiungere la pace è garantire al popolo palestinese i suoi diritti legittimi, ha avvertito.
Rudeina ha accusato Israele delle conseguenze di questi attacchi sistematici.
Ha anche criticato il silenzio della comunità internazionale, e in particolare degli Stati Uniti, ritenendo che incoraggi “l’occupazione a continuare con i suoi crimini contro il popolo palestinese”.
L’agenzia di stampa ufficiale WAFA ha riferito che dopo aver ucciso i tre cittadini questa mattina, i militari hanno impedito al personale medico di avvicinarsi al luogo e hanno portato via i corpi.
Secondo testimoni oculari, le forze israeliane hanno deliberatamente preso di mira le telecamere di sorveglianza nell’area nel tentativo di nascondere qualsiasi prova incriminante, ha concluso la fonte.

Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE