venerdì 17 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Guterres: il pianeta sembra incapace di unirsi di fronte alle emergenze

Nazioni Unite, 21 set (Prensa Latina) “Le sfide globali aumentano e sembriamo incapaci di unirci per rispondere”, ha affermato oggi il Segretario Generale delle Nazioni Unite, António Guterres, mettendo in guardia sulle crescenti tensioni politiche.

Il capo delle Nazioni Unite ha avvertito di una pressione senza precedenti sulla pace e sulla sicurezza, che richiede una maggiore prevenzione globale e l’uso della capacità e del potere di convocazione delle Nazioni Unite, nonché di buone attività per superare le divisioni geopolitiche.

“Nel contesto dei preparativi per il Vertice del Futuro, presentiamo idee che dovranno essere prese in considerazione dagli stati membri per una Nuova Agenda per la Pace, basata sulla Carta delle Nazioni Unite e sul diritto internazionale”, ha affermato.

L’iniziativa fornisce una visione unificante per affrontare le minacce nuove ed esistenti per un mondo in transizione ed invita gli stati a rinnovare il loro impegno per un mondo libero dalle armi nucleari ed a porre fine all’erosione del disarmo nucleare e del controllo degli armamenti, ha affermato.

La determinazione della pace, ha aggiunto, richiede anche nuovi quadri di governance per i paesi emergenti di fronte a minacce come l’intelligenza artificiale ed i letali sistemi di armi autonome che operano senza controllo umano. Guterres ha ricordato che la pace è indissolubilmente legata allo sviluppo sostenibile.

“Vediamo un modello comune in tutto il mondo: più un paese è vicino al conflitto, più si allontana dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”, ha sottolineato.

“La disuguaglianza definisce il nostro tempo; dalle città dove i grattacieli svettano sopra le baraccopoli ai paesi che sono costretti a scegliere tra servire la propria gente o pagare i propri debiti”, ha riconosciuto il segretario generale.

A questo proposito, si è rammaricato dell’impatto delle recenti inondazioni a Derna, in Libia, dove migliaia di persone hanno perso la vita in un evento epico e senza precedenti.

“A queste sfide si aggiungono l’incitamento all’odio, la disinformazione e le teorie del complotto sui social media che vengono diffusi e amplificati dall’intelligenza artificiale” ha concluso.

Ig/ebr

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE