giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

A Gaza è arrivato il terzo invio di aiuti umanitari attraverso il valico di Rafah

Nazioni Unite, 23 ott (Prensa Latina) Il terzo convoglio di aiuti umanitari per Gaza è arrivato oggi nel territorio bloccato dal valico di Rafah, al confine con Egitto, secondo le informazioni diffuse dal sito dell'ONU.

L’organizzazione ha assicurato che durante il fine settimana sono arrivati nell’enclave 34 camion con i rifornimenti raccolti dalle Nazioni Unite e dalla Mezzaluna Rossa, mentre i bisogni nella Striscia di Gaza richiedono almeno 100 camion di aiuti al giorno.
Le entità sul campo hanno confermato che le donne ed i bambini sono le principali vittime degli attacchi israeliani, rappresentando il 62% delle vittime.
Secondo l’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari Umanitari (OCHA), più di mille persone sono scomparse e “si presumono intrappolate o morte sotto le macerie”, mentre i feriti superano i 17.000.
Più di 625.000 minorenni a Gaza rimangono senza accesso all’istruzione da 12 giorni, mentre 206 scuole hanno subito danni.
Di queste, almeno 29 sono strutture gestite dall’Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l’Occupazione dei Rifugiati Palestinesi (UNRWA).
L’UNRWA, dal canto suo, ha denunciato ieri la morte di 29 dipendenti dell’enclave, metà dei quali insegnanti.
Nella Cisgiordania occupata, l’escalation ha portato anche a restrizioni sull’accesso all’istruzione, ha aggiunto l’OCHA.
Tutti i centri educativi del territorio hanno chiuso dal 7 al 9 ottobre, cosa che ha interessato circa 782mila studenti e, dalla scorsa settimana, più di 230 scuole dove studiano circa 50mila studenti, non hanno riaperto.

Ig/ebr

#Striscia di Gaza #israele #ONU #palestina #crimini di guerra #egitto #aiuti umanitari #Mezzaluna Rossa #Cisgiordania

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE