venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

UNESCO esige cessazione degli attacchi ai civili di Gaza

unesco4
Parigi, 10 nov (Prensa Latina) L'UNESCO ha adottato una risoluzione in maniera categorica, che richiede l'immediata cessazione degli attacchi contro i civili nella Striscia di Gaza.

Presentato od appoggiato da almeno 40 stati membri dell’entità multilaterale, il testo ha ricevuto 96 voti a favore, con 33 astensioni e solo otto contrari, tra cui gli Stati Uniti, che hanno introdotto un progetto alternativo, che è stato respinto.
L’iniziativa riflette la preoccupazione per la situazione a Gaza, un’enclave palestinese densamente popolata sottoposta da più di un mese a bombardamenti indiscriminati ed a un blocco totale da parte di Israele, per rappresaglia per l’attacco di Hamas il 7 ottobre.
In questo senso, esige di porre fine ai danni contro i civili, in particolare i bambini, i giovani, le donne, gli educatori ed i giornalisti.
Allo stesso modo, è in sintonia con la posizione stabilita dalla preoccupazione delle Nazioni Unite per gli ostacoli alla libera circolazione del personale educativo, di soccorso ed umanitario e per l’interruzione dell’energia e dell’accesso all’acqua.
La risoluzione ricorda i principi fondamentali dell’UNESCO, il diritto internazionale, il diritto internazionale umanitario e la Dichiarazione universale dei diritti umani.
In un altro punto, la direttrice generale esorta a preparare un programma di assistenza a Gaza ed a mobilitare attori internazionali e fa un appello per valutare il deterioramento della situazione ed adottare misure per affrontare le conseguenze nei settori della competenza dell’UNESCO.
L’ambasciatore palestinese dell’organizzazione, Mounir Anastas, ha messo in evidenza l’ampio supporto dell’iniziativa ed ha sottolineato che le persone impegnate e colpite non chiedono armi, mentre si dovrebbe smettere di inviarne ad Israele, per uccidere i palestinesi.

Ig/wmr

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE