venerdì 24 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Al Mayadeen e Prensa Latina, un’alleanza umanitaria e contro egemonica

PL-AL-MAYADEEN-1
Al Mayadeen e Prensa Latina rappresentano oggi un'alleanza di comunicazione umanitaria, forte e combattiva, al servizio della verità, ha assicurato qui il presidente del Consiglio di Amministrazione della rete panaraba, Ghassan Ben Jeddou.

In dichiarazioni esclusive all’agenzia latinoamericana, il manager ha affermato che come media alleati “siamo uno sola cosa e con gli stessi obiettivi nella lotta contro l’imperialismo, il monopolio e l’egemonia della comunicazione”.
Prensa Latina affronta tempi difficili, come Cuba, ma la dignità della rivoluzione ha combattuto, vive e resisterà, ha evidenziato Ben Jeddou, ringraziando per le espressioni di solidarietà dopo la decisione del gabinetto militare e di sicurezza di Benjamin Netanyahu di chiudere l’attività del canale in Israele.
In questo senso, ha invitato i suoi amici e colleghi dell’America Latina a prendere coscienza della realtà di questa entità sionista e ad affrontarla con intelligenza, coraggio, perseveranza, determinazione e lotta.
Secondo il noto giornalista, Al Mayadeen fa parte di un corpo mediatico nel mondo libero, nel Sud alleato, guidato dall’America Latina, e da lì, nella Cuba della Rivoluzione, ferma e coraggiosa.
“La presenza dei media latinoamericani al nostro fianco costituisce un atto che ci rafforza, consolida la determinazione ed incoraggia i colleghi, sia in patria che all’estero, e dimostra all’opinione pubblica araba, islamica ed internazionale che Al Mayadeen non è sola”, ha affermato.
A proposito, ha indicato: “L’Israele che vedete e osservate adesso a Gaza è quello vero, è quello che ha sempre ucciso bambini, distrutto e devastato. L’illusione di un’oasi di pace, civiltà, cultura e tolleranza è solo un miraggio”.
Ben Jeddou ritiene che il regime israeliano sia un progetto esteso, una piovra pericolosa ed una mafia globale, che esiste in tutto il mondo, compresa America Latina.
Di fronte a questo atto egemonico e criminale, il presidente di Al Mayadeen ha assicurato che il governo di Tel Aviv perseguiterà anche tutti i media liberi, alternativi e progressisti, che quotidianamente si confrontano con l’imperialismo ed il monopolio.
Nel dialogo, il direttore della rete d’informazione libanese ha ribadito il suo impegno per la causa ed il popolo palestinese; ed ha ribadito che, nonostante la censura, Al Mayadeen continuerà la sua attività e la sua presenza influente sul campo.
“Non ci ritireremo, non ci faranno tacere e non ci espelleranno da lì. Vi assicuro che se Al Mayadeen prima aveva solo un piccolo ufficio ed alcuni corrispondenti, ora avremo lì un esercito di giornalisti e collaboratori”, ha concluso.

Yodeni Massó Aguila, giornalista di Prensa Latina

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE