venerdì 17 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Ministro degli Esteri siriano critica l’Occidente perché provoca guerre

Damasco, 17 nov (Prensa Latina) Il Ministro degli Esteri siriano, Faisal Al-Mekdad, ha criticato oggi le potenze occidentali che fanno parte del Consiglio di Sicurezza per aver provocato guerre, incoraggiato crisi, ostacolato la pace e violato i principi delle Nazioni Unite.

Questa posizione del capo della diplomazia siriana è stata espressa in un discorso pronunciato in videoconferenza prima del Secondo Vertice della Voce del Sud Globale, tenutosi in India.
Stiamo assistendo ad un chiaro esempio della politica seguita dall’Occidente collettivo che sostiene le pratiche genocide e fasciste di Israele nella Striscia di Gaza, ha affermato il Cancelliere.
Ha criticato il fatto che Tel Aviv, con il sostegno occidentale, abbia trasformato questo territorio palestinese in un cimitero di bambini con un falso pretesto basato su un’interpretazione distorta del diritto all’autodifesa, che un occupante non può invocare.
Inoltre, ha sottolineato che la pace e la sicurezza internazionale possono essere raggiunte solo mantenendo la promessa delle Nazioni Unite di evitare che l’umanità soffra gli orrori della guerra e promuovendo la cooperazione per raggiungere obiettivi di sviluppo sostenibile.
Al-Mekdad ha criticato le misure coercitive unilaterali che ha descritto come disumane e con effetti catastrofici sulla vita quotidiana dei siriani, danneggiandone l’economia, l’occupazione e la valuta nazionale.

Ig/fm

#india #Faisal Al-Mekdad #occidente #siria #sud

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE