mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Libano denuncia all’ONU i crimini israeliani contro i giornalisti

Beirut, 22 nov (Prensa Latina) Libano ha presentato oggi una denuncia al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per i crimini israeliani contro i giornalisti del canale panarabo Al Mayadeen.

Secondo il Ministero degli Affari Esteri, lo stato libanese ha condannato l’azione genocida di Israele, che ha attaccato direttamente la corrispondente Farah Omar, il fotografo Rabih Al-Maamari ed il suo collaboratore Hussein Aquil, mentre seguivano gli eventi nel sud del paese.
Nel testo, il Ministero degli Esteri ha incluso le prove che le forze di Tel Aviv hanno commesso questo crimine all’interno del territorio libanese ed a grande distanza dalla Linea Blu al confine con la Palestina occupata.
Allo stesso tempo, ha sottolineato che il crimine israeliano rappresenta un attacco contro civili e giornalisti mentre svolgono la loro nobile missione di comunicazione ed in conformità con gli standard professionali.
In questo contesto, ha sottolineato che l’atto rappresenta una flagrante violazione del diritto internazionale in tutte le sue ramificazioni e della sovranità del Libano.
Ha inoltre dichiarato che l’entità israeliana opera con un approccio criminale attaccando ed uccidendo giornalisti nel tentativo di impedire ai media di trasmettere le immagini del suo genocidio.

Ig/yma

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE