mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La resistenza libanese distrugge attrezzature di spionaggio israeliane

Beirut, 15 gen (Prensa Latina) La Resistenza libanese (Hezbollah) ha distrutto oggi le apparecchiature di spionaggio appena installate nei pressi del sito israeliano di Al-Mutela, 100 giorni dopo l'apertura del fronte meridionale in solidarietà con Palestina.

Attraverso un comunicato, il movimento ha confermato che le sue forze di cecchini hanno attaccato strutture di spionaggio situate intorno alla suddetta posizione nemica.
In questo contesto, Hezbollah ha notificato l’azione contro un raduno di soldati israeliani nelle vicinanze della caserma Metat e del sito di Birket Risha.
Secondo la Resistenza, i missili Burkan hanno colpito un concentrato di personale in uniforme presso la caserma Ramim ed hanno ottenuto colpi diretti nell’operazione mirata al punto di Al Malakiya.
In questo scenario, il segretario generale di Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha indicato ieri che le autorità di Tel Aviv nascondono morti, feriti, perdite e sconfitte.
La più alta personalità politica e militare ha denunciato le minacce degli statunitensi al Libano e ha ribadito la preparazione senza limiti della Resistenza alla lotta.
Il leader del movimento ha invitato Washington a preoccuparsi del suo strumento nella regione (Israele) e delle sue basi militari; nel frattempo, ha ribadito la continuità della risposta della Resistenza libanese fino alla cessazione dell’aggressione sionista a Gaza.

Ig/yma

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE