sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Le agenzie delle Nazioni Unite esigono i servizi di base per Gaza

Nazioni Unite, 22 gen (Prensa Latina) L'Ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari (OCHA) ha esortato oggi a garantire i servizi di base per i civili a Gaza, come la mancanza di cibo o l’accesso ad Internet.

Dopo più di tre mesi di intensi bombardamenti nell’enclave, solo 15 panifici sono operativi, sei nel distretto di Rafah e nove a Deir al Balah, mentre a nord di Wadi Gaza nessuno fornisce servizi.
Quasi tutti i panifici operativi ricevono il sostegno del Programma Alimentare Mondiale, che fornisce farina, sale, lievito e zucchero per garantire cibo ad un prezzo sovvenzionato, ha aggiunto l’OCHA nel suo ultimo aggiornamento.
Da parte sua, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati Palestinesi (UNRWA) ha confermato questo lunedì la mancanza di internet e delle telecomunicazioni per il settimo giorno consecutivo.
“L’interruzione dei servizi di telecomunicazione impedisce alle persone di accedere a informazioni salvavita, di chiamare i primi soccorritori e continua ad impedire la risposta umanitaria”, ha affermato l’entità in un messaggio pubblicato sul social network Twitter.
Secondo i dati dell’Agenzia, almeno 1,7 milioni di persone sono sfollate all’interno di Gaza, mentre 335 di loro sono morte e 1.161 sono rimaste ferite mentre cercavano rifugio nelle strutture dell’UNRWA.
Il conflitto ha provocato anche la morte di 151 membri del personale dell’agenzia a causa degli attacchi israeliani e il danneggiamento di 141 strutture dal 7 ottobre.
Le autorità sanitarie della Striscia di Gaza stimano in oltre 25.000 il bilancio delle vittime degli intensi attacchi, mentre quasi 63.000 sono rimasti feriti.

Ig/ebr

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE