martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Agenzia dell’ONU denuncia l’attacco ad un rifugio sovraffollato a Gaza

Stephane-Dujarric
Nazioni Unite, 25 gen (Prensa Latina) L'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (UNRWA) ha denunciato oggi l'attacco delle forze israeliane contro il Centro di Formazione nella città di Khan Younis, a Gaza, che ha raggiunto un edificio con 800 sfollati.

Di conseguenza, 13 persone sono morte e 56 sono rimaste ferite, di cui 21 gravemente, in quello che avrebbe dovuto essere un luogo sicuro, ha detto in una conferenza stampa Stéphane Dujarric, portavoce del segretario generale, António Guterres.
Dopo l’attacco di ieri, è stato negato l’accesso al sito alle ambulanze ed alle squadre di emergenza dell’agenzia, secondo i rapporti dell’UNRWA pubblicati.
Il quasi collasso totale del sistema sanitario e la mancanza di cure traumatologiche nella città di Khan Younis stanno rendendo la situazione umanitaria sempre più intollerabile ed intensa, ha avvertito il portavoce.
Si tratta del terzo colpo diretto inferto a questo complesso, dove risultano registrati quasi 43mila sfollati interni.
Gli edifici battenti bandiera delle Nazioni Unite sono stati colpiti almeno due volte dal fuoco dei carri armati, senza preavviso.
Dujarric ha ricordato che le Nazioni Unite comunicano direttamente alle autorità israeliane l’ubicazione dei loro rifugi, mentre l’organizzazione ha ricevuto garanzie che le persone all’interno delle loro strutture sarebbero state al sicuro.
“L’ONU continua a chiedere a tutte le parti coinvolte di prendere tutte le precauzioni per ridurre al minimo i danni e proteggere i civili e le proprietà, soprattutto nelle aree densamente popolate, e di proteggere gli ospedali, le cliniche, il personale medico e le sedi delle Nazioni Unite, in conformità con il diritto internazionale”, si legge nella nota, ha sottolineato il portavoce.
La situazione nella città conferma la mancata difesa dei principi fondamentali del diritto internazionale umanitario: distinzione, proporzionalità e precauzione negli attacchi, ha concluso il rappresentante.

Ig/ebr

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE