lunedì 20 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La resistenza libanese attacca siti e soldati israeliani

Beirut, 7 feb (Prensa Latina) La Resistenza libanese (Hezbollah) ha attaccato oggi siti e soldati israeliani lungo il confine, nel mezzo dei persistenti bombardamenti sionisti nel sud della nazione.

Con un comunicato, Hezbollah ha annunciato l’azione contro la base Zibdeen nelle fattorie libanesi occupate di Shebaa e l’impatto dei suoi missili su un raduno di soldati nemici nelle vicinanze della suddetta posizione.
In dichiarazioni separate, la Resistenza ha confermato l’operazione contro attrezzature tecniche nel sito di Ramya ed il lancio di missili Falaq-1 sulla base militare di Khirbet Maar.
Secondo quanto rivelato, tali azioni fanno parte della risposta dei combattenti Hezbollah in solidarietà con il popolo di Gaza e con la Resistenza palestinese.
In questo contesto, un civile è stato ucciso e ci sono stati diversi feriti dopo un attacco di droni israeliani contro una delle case nella città meridionale di Khiam.
Secondo resoconti locali, l’aviazione di Tel Aviv ha bombardato la città in diverse occasioni, ha lanciato palloncini incendiari nello spazio aereo dei villaggi di Nabatieh e Tiro e ha preso di mira la periferia di Ramia, Beit Lev, Tayr Harf e Al-Jebin.
Lo stesso giorno, la Resistenza libanese ha annunciato la morte dei combattenti Muhammad Jaafar Osseily e Hussein Muhammad Shamas, “caduti in difesa di Gerusalemme”.
Dall’apertura del fronte meridionale, Hezbollah ha continuato le sue operazioni militari contro gli insediamenti israeliani, i siti di confine, le retrovie ed i punti di confine.
Su questo punto, il colonnello della riserva dell’esercito di Tel Aviv Kobi Marom ha dichiarato che i quattro mesi di guerra di logoramento e di uso della forza non hanno raggiunto l’obiettivo strategico di eliminare la resistenza libanese nel nord.

Ig/yma

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE