sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Ritengono che gli Stati Uniti sono responsabili di ogni goccia di sangue sparsa in Medio Oriente

Beirut, 16 feb (Prensa Latina) L'amministrazione statunitense è responsabile di ogni goccia di sangue versata nella regione e leader e funzionari israeliani sono solo marionette, ha denunciato oggi il segretario generale della Resistenza libanese (Hezbollah), Hassan Nasrallah.

In un discorso televisivo in occasione della Giornata dei Dirigenti Martiri, il leader storico e militare ha sottolineato che Washington rappresenta il più grande fenomeno di ipocrisia nel mondo riguardo alla situazione nella Striscia di Gaza.
Nasrallah ha sottolineato che se gli Stati Uniti smetteranno di armare e sostenere Israele, l’aggressione cesserà immediatamente, “che piaccia o no a Benjamin Netanyahu”.
Secondo il capo di Hezbollah, Israele ha utilizzato in questa guerra l’intero arsenale accumulato e dispone di armi che arrivano continuamente dalla nazione statunitense.
A questo punto ha sottolineato che sono gli Stati Uniti e non Israele a insistere sull’obiettivo dell’eliminazione di Hamas.
A questo proposito, ha osservato che la Casa Bianca è quella che impedisce all’esercito libanese di avere armi e missili per fornire un equilibrio di deterrenza per proteggere il paese.
Su questo tema, Nasrallah ha sottolineato che la resistenza in Libano e Palestina ha spezzato la deterrenza israeliana, distrutto la sua immagine e creato un equilibrio di protezione.
“Gli israeliani e gli statunitensi non si aspettavano che la resistenza in Libano avrebbe avuto la volontà e il coraggio di aprire un fronte a sostegno di Gaza”, ha aggiunto.
Il capo di Hezbollah ha ribadito che le armi della Resistenza non sono per cambiare il sistema politico, la costituzione, il governo o per imporre nuove quote settarie nel paese, “sono per proteggere Libano”.
Ha indicato che i confini terrestri sono stati delimitati e che i negoziati si baseranno sull’evacuazione delle terre libanesi.
Il leader del movimento sciita ritiene che molti hanno creduto nella falsificazione storica israeliana del 7 ottobre, compresi i paesi che si dichiarano amici di Hamas.
Secondo Nasrallah, lo scopo israeliano è quello di spostare la popolazione della Cisgiordania in Giordania, quella di Gaza in Egitto e quella della parte occupata nel 1948 in Libano.
A proposito, ha concluso che la cultura della Resistenza è una cultura della vita e della dignità, non dell’umiliazione o della resa.

Ig/yma

#attacco #bombardamento #genocidio #Striscia di Gaza # Hezbollah #israele #libano #palestina #resistenza #Hassan Nasrallah

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE