lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Palestina denuncia il nuovo piano israeliano per Gaza

Nabil-Abu-Rudeina-1-550x367-1-1
Ramallah, 26 feb (Prensa Latina) Il portavoce della presidenza palestinese, Nabil Abu Rudeina, ha denunciato oggi il piano israeliano di evacuare più di un milione di persone dalla città di Rafah, a Gaza, considerando il progetto un nuovo tentativo di occupazione.

La proposta dell’esercito, annunciata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, è respinta e condannata dalla Palestina, perché vuole rioccupare l’enclave e sfollare la nostra gente, ha dichiarato Rudeina in un comunicato.
Questa idea dimostra al mondo la continua aggressione contro Gaza e la precedente decisione di assaltare Rafah, nonostante le richieste internazionali di fermare la guerra, ha sottolineato.
Rudeina ha denunciato “il genocidio e l’aggressione violenta contro il nostro popolo ed i nostri luoghi sacri”.
Ha avvertito che queste azioni, insieme allo sfollamento dei palestinesi ed alla mancanza di dialogo basato su norme e leggi internazionali, distruggeranno il Medio Oriente.
Di fronte a questa situazione, ha affermato, gli Stati Uniti devono agire in modo diverso e serio, per fermare la follia israeliana ed assumersi le proprie responsabilità, costringendo lo stato occupante a fermare questa aggressione.
“Il continuo sostegno statunitense è ciò che incoraggia le autorità di occupazione israeliane ad intensificare la loro aggressione ed i crimini contro il nostro popolo”, ha concluso.
Nelle ultime settimane, il primo ministro Benjamin Netanyahu ha minacciato più volte di assaltare Rafah, dove sono rifugiati 1,4 milioni di palestinesi, sostenendo che la città è l’ultimo bastione del Movimento di Resistenza Islamica (Hamas).

Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE