sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’esercito israeliano ha attaccato le principali città di Gaza

Ramallah, 28 feb (Prensa Latina) Sono continuati anche oggi gli attacchi israeliani concentrati nelle città di Gaza, Rafah e Khan Yunis, dove sono stati segnalati numerosi morti e feriti palestinesi.

Nell’ultimo rapporto sulla situazione, le autorità sanitarie del territorio hanno indicato che nelle ultime 24 ore hanno perso la vita 96 cittadini e 172 sono rimasti feriti.
L’esercito ha fatto saltare in aria diverse case a ovest di Khan Yunis, mentre l’artiglieria ha bombardato diverse zone della città, epicentro di un’offensiva di terra che dura da diverse settimane, ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale Wafa.
A Gaza sono proseguiti gli scontri tra miliziani di Hamas e soldati israeliani, che cercano di entrare nel centro del quartiere di Al-Zaytoun, situato a sud-ovest della metropoli.
Nel frattempo, la crisi umanitaria nel territorio è aggravata dal blocco e dagli attacchi israeliani.
Secondo il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione, presso l’ospedale di maternità Al-Helal Al-Emairati di Rafah, i neonati muoiono perché le madri non possono ricevere cure prenatali o postnatali.
Da parte sua, la televisione Al Jazeera ha riferito che un bambino di due anni di nome Khaled è morto dopo aver mangiato pane preparato con mangimi per animali nel nord della Striscia.
La mancanza di cibo è più grave nella parte settentrionale dell’enclave a causa delle difficoltà imposte dai soldati alle organizzazioni umanitarie per trasportare i convogli umanitari dal sud.
Dall’inizio dell’attuale ciclo di violenza, il 7 ottobre, più di 29.800 palestinesi sono morti nella Striscia e altri 70.200 sono rimasti feriti.

Ig/rob

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE