martedì 28 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Denunciano la campagna israeliana contro il sistema sanitario di Gaza

Ramallah, 22 apr (Prensa Latina) Le forze armate israeliane hanno effettuato 73 attacchi mensili contro il settore sanitario di Gaza negli ultimi sei mesi, il numero più alto negli ultimi conflitti nel mondo, ha denunciato oggi Save the Children.

L’organizzazione non governativa ha sottolineato in un comunicato che dal 7 ottobre dell’anno scorso sono stati registrati 435 attacchi israeliani contro il settore in questa enclave costiera.
Questa cifra supera il numero di attacchi al mese in tutti gli altri paesi devastati dalla guerra dal 2018, compresa Ucraina, ha sottolineato.
Tali crimini non sono stati denunciati solo a Gaza ma anche in Cisgiordania, dove da questa data ne sono stati registrati 369.
Save the Children ha spiegato che l’Organizzazione Mondiale della Sanità classifica un attacco qualsiasi caso di violenza od ostruzione che interferisce con la fornitura o l’accesso ai servizi durante le emergenze, comprese le minacce psicologiche e l’intimidazione nei confronti di pazienti e lavoratori.
“Sei mesi di continui bombardamenti, assedio ed ostruzione alla consegna degli aiuti hanno annientato il sistema sanitario a Gaza”, ha criticato.
A questo proposito ha citato i dati dell’Ufficio Centrale di Statistica Palestinese, secondo i quali solo 11 dei 36 ospedali di questo territorio funzionano parzialmente.
Circa 350.000 persone colpite da malattie croniche a Gaza non possono accedere a medicinali, forniture e servizi vitali, ha affermato.
“Recentemente abbiamo assistito ad un afflusso di bambini provenienti da altri ospedali con ferite ed arti mancanti, che spesso necessitano di trapianti di pelle e di operazioni multiple, ma anche ottenere cose semplici come un forte sollievo del dolore è una grande sfida”, ha detto l’infermiera Becky Platt.
“Ho visto più ittero nelle ultime due settimane che in tutta la mia carriera”, ha detto Simon Struthers, pediatra dell’ospedale da campo della città di Rafah.
L’ONG ha accusato le truppe israeliane di aver attaccato “ambulanze, convogli di aiuti medici e strade di accesso”.

Ig/rob

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE