sabato 18 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Un’altra fossa comune scoperta in un ospedale di Gaza attaccato da Israele

Squadre specializzate e personale medico hanno recuperato fino ad ora 49 corpi da una terza fossa comune scoperta all'interno del complesso ospedaliero di Al-Shifa, nel nord di Gaza, dopo l'assalto dell'esercito israeliano.

L’agenzia ufficiale Wafa ha precisato che le operazioni non sono ancora terminate, quindi non è escluso che la cifra possa aumentare nei prossimi giorni.
L’agenzia ha sottolineato che le squadre di soccorso hanno individuato sette fosse comuni con più di 400 corpi in totale, negli ospedali attaccati ed assediati dall’esercito israeliano negli ultimi sette mesi.
Funzionari palestinesi hanno ripetutamente accusato Israele di aver giustiziato prigionieri, malati e pazienti durante le incursioni in questi centri medici, cosa che hanno negato le autorità di questo paese.
Le autorità di Israele, sia civili che militari, hanno giustificato i loro attacchi contro queste strutture sanitarie con l’argomentazione di eliminare i miliziani palestinesi che si nascondevano all’interno, cosa che, a sua volta, è stata negata da questi gruppi armati e dai rappresentanti medici.
Le Nazioni Unite hanno recentemente chiesto “un’indagine chiara, trasparente e credibile” sulle fosse comuni.
“Investigatori credibili devono avere accesso a questi luoghi”, ha affermato il portavoce delle Nazioni Unite, Stephane Dujarric.
Inoltre, anche gli esperti delle Nazioni Unite sui diritti umani sono rimasti inorriditi dalle informazioni pubblicate sull’argomento.
Hanno avvertito in un comunicato che molte persone sono state sepolte con segni di tortura, giustiziate sommariamente e persino sepolte vive.

Roberto Castellanos Fernández, giornalista di Prensa Latina

# # # # # #cessate il fuoco

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE