mercoledì 12 Giugno 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

I leader palestinesi condannano i crimini israeliani

Ramallah, 21 mag (Prensa Latina) Il primo ministro palestinese, Muhammad Mustafa, ha condannato oggi la campagna militare israeliana in corso nei territori occupati ed ha sottolineato il crescente isolamento internazionale di questo paese.

Aprendo la riunione del gabinetto a Ramallah, il cancelliere ha anche denunciato l’aggressione dell’esercito in mattinata contro la città di Jenin, in Cisgiordania, e il suo campo profughi, provocando sette morti, tra cui un medico, e 15 feriti.
Mustafa ha sottolineato l’ondata di domande nel mondo circa le azioni israeliane e il recente riconoscimento dello stato palestinese da parte di diversi paesi, tra cui Barbados, Giamaica e Bahamas.
Anche il capo del Consiglio Nazionale Palestinese (parlamento), Rawhi Fattouh, ha criticato le operazioni militari a Jenin e nel campo profughi di Jabalia, a nord della Striscia di Gaza.
Da due settimane le truppe israeliane stanno conducendo una grande offensiva contro quest’ultima città, che ha costretto alla fuga decine di migliaia di palestinesi.
I media israeliani affermano che gli scontri sono i più violenti dall’inizio dell’aggressione a Gaza, più di sette mesi fa.
Fattouh ha condannato il sostegno degli Stati Uniti alle azioni del loro principale alleato in Medio Oriente.
La Casa Bianca fornisce a questo paese “tutti i tipi di sostegno e macchine per uccidere e sterminare, nonché protezione nei tribunali internazionali”, ha concluso.

Ig/rob

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE