domenica 21 Luglio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cresce il rifiuto globale all’inclusione di Cuba nella lista dei paesi terroristi degli Stati Uniti

L'Avana, 10 lug (Prensa Latina) Quasi cinquanta governi del mondo hanno finora rifiutato l'inclusione di Cuba nella lista dei paesi che sponsorizzano il terrorismo, stilata dal Dipartimento di Stato, ha riferito il Ministero delle Relazioni Internazionali della maggiore delle Antille.

Alla rivendicazione si aggiungono le dichiarazioni di ripudio di movimenti, organizzazioni, istituzioni, attivisti e personalità internazionali, che qualificano questa designazione come ingiusta ed arbitraria e ne denunciano le conseguenze sulla nazione e sulle famiglie cubane.
Ieri, in una lettera indirizzata al segretario di stato, Antony Blinken, la Conferenza dei Vescovi Cattolici degli Stati Uniti aveva esortato il governo di Joe Biden a rimuovere Cuba dalla lista e ad avviare il cammino di comprensione reciproca.
Anche la Duma di Stato della Russia (camera bassa dell’Assemblea Federale) ha ripudiato il provvedimento di Washington, che limita i diritti dei cubani dentro e fuori l’isola ed ostacola qualsiasi tipo di aiuto umanitario, affari, investimenti e commercio legati a questa nazione delle Antille ed ai suoi cittadini.
La persecuzione delle transazioni finanziarie da e verso il territorio cubano e delle relazioni commerciali colpisce tutte le sfere della vita.
Inoltre, la misura coercitiva crea ulteriori ostacoli alla fornitura di assistenza umanitaria in un momento in cui il paese è alle prese con la carenza di prodotti di base e forniture mediche, aggravata dall’inasprimento della politica di bloqueo degli Stati Uniti.
Limita apparentemente o addirittura proibisce direttamente gli scambi di artisti, scrittori, accademici, attivisti e giornalisti che risiedono sull’isola.
Paradossalmente, mentre gli Stati Uniti mantengono Cuba in questa lista, danno rifugio nel loro territorio a gruppi che organizzano, finanziano e realizzano azioni terroristiche, con lo scopo di sovvertire il processo rivoluzionario.
Questo lunedì, il Ministero degli Interni ha rivelato i dettagli di un’operazione di infiltrazione recentemente sventata da forze specializzate di tale organizzazione, volta a realizzare attacchi contro obiettivi economici, sociali e militari con scopi destabilizzanti.

Ig/evm

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE