venerdì 24 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuela propone scambi con aziende dello Shandong in Cina

Caracas, 11 set (Prensa Latina) Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha espresso oggi alle autorità cinesi il suo interesse a stabilire una cooperazione diretta tra le imprese dello Shandong e le loro controparti pubbliche e private nel paese sudamericano, hanno riferito i media locali.

L’obiettivo è aggiornare con la tecnologia sviluppata in questa provincia orientale della nazione asiatica “l’intero parco industriale, agroindustriale e produttivo del Venezuela”, ha spiegato il presidente al segretario del Comitato del Partito Comunista cinese nello Shandong, Lin Wu, secondo Venezolana de Television.
Maduro ha espresso la sua fiducia nel fatto che lo Shandong ha un grande potere economico, tecnologico e culturale, “al quale possiamo integrare in modo complementare tutta l’esperienza e l’immenso potere che avete con il progetto di espansione delle forze produttive del Venezuela”.
Maduro, che ha insistito nel classificare questa visita come “storica” e nel collocarla “al livello più alto delle nostre relazioni economiche”, ha affermato che il suo popolo sta portando avanti in questi anni “una battaglia eroica per la quale merita il diritto al futuro ed ecco perché siamo venuti in Cina, nello Shandong”.
Il presidente ha sottolineato che l’oriente del Venezuela ha un immenso potenziale per unire investimenti, produzione e commercio con lo Shandong, comprese “importanti riserve di gas ed un’economia fiorente in un buon momento di crescita”.
La nazione del Sud inoltre – ha sottolineato – “ha grandi bellezze favorevoli al turismo, e soprattutto un gigantesco potenziale per la produzione alimentare”.
Il capo dello Stato ha ricordato che il suo governo ha recentemente creato una Zona Economica Speciale per la Produzione Alimentare tra gli stati di Anzoátegui e Monagas per tutta la regione orientale del Venezuela.
“Siamo pronti per una tappa più importante nel nostro lavoro comune”, ha sottolineato il presidente nelle sue parole di gratitudine per “l’attenzione, l’accoglienza ed il sostegno che date alla nostra delegazione”.
Maduro, che ha iniziato la sua visita ufficiale nella nazione asiatica l’8 settembre con l’obiettivo di rafforzare le relazioni bilaterali e stabilire alleanze strategiche, ha avuto incontri nei giorni scorsi con diverse autorità di questa regione della Cina orientale.
Maduro resterà in Cina fino al 14 settembre, quando dovrà partire per “compiere con altri impegni internazionali”, secondo le dichiarazioni del Parlamento della nazione bolivariana.

Ig/apb

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE