lunedì 22 Luglio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il giudice dell’Ecuador nega l’habeas corpus all’ex vicepresidente Glas

Quito, 8 lug (Prensa Latina) Il giudice Patricio Vidal ha respinto oggi il ricorso di habeas corpus in favore dell'ex vicepresidente dell'Ecuador, Jorge Glas, che si trova in carcere ed i suoi avvocati denunciano trattamenti crudeli, inumani e degradanti con pericolo per la sua salute.

L’avvocato Karen Gómez ha chiesto il trasferimento dell’ex vicepresidente a casa di sua madre, tenendo conto della sua situazione di grave depressione e di tentativi di suicidio.
Vidal ha basato la sua decisione di trattenere Glas nel carcere di massima sicurezza di La Roca, a Guayaquil, su un rapporto di enti statali secondo cui il detenuto ha ricevuto 79 cure mediche, due delle quali nella specialità di psichiatria.
Nella sua dichiarazione del primo giorno dell’udienza, il 3 luglio, l’ex vicepresidente ha annunciato le sue delicate condizioni da quando è stato rapito il 5 aprile, durante l’assalto della polizia all’ambasciata messicana a Quito, dove si era rifugiato.
Ha sostenuto di non avere accesso ai medicinali ed ha riferito di aver trovato sul suo letto escrementi di roditori, che lo hanno morso più volte alle gambe.
Ha inoltre affermato che non gli è consentito avere contatti frequenti con i suoi difensori, sia a livello nazionale che internazionale, che non ricevono compensi e si occupano del suo caso per una questione umanitaria.
Questo lunedì, la difesa internazionale di Glas ha criticato la campagna di disinformazione sulle condizioni della sua detenzione, così come le dichiarazioni del governo, che considera inesatte e che cercano di minimizzare la gravità della situazione.
In relazione alla sentenza di Vidal, la difesa ha affermato che manca di base giuridica sufficiente, “evidenziando una chiara mancanza di imparzialità nel processo”.

Ig/avr

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE