giovedì 25 Luglio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Israele viola sistematicamente le leggi di guerra a Gaza

Nazioni Unite, 19 giu (Prensa Latina) I bombardamenti militari israeliani a Gaza violano sistematicamente le leggi di guerra utilizzando munizioni enormemente potenti ed omettendo la distinzione tra combattenti e civili, ha avvertito oggi un'indagine delle Nazioni Unite.

Il rapporto pubblicato dall’Ufficio per i Diritti Umani dell’agenzia ha analizzato sei attacchi dell’offensiva israeliana considerati “emblematici” della sua tattica nel conflitto attuale, che prevedeva l’uso di bombe fino a duemila libbre in edifici residenziali, una scuola, campi profughi ed un mercato.
Per questi attacchi sono state utilizzate munizioni esorbitanti e versioni più piccole che hanno causato 218 morti accertate tra il 9 ottobre ed il 2 dicembre 2023.
Altri dati delle stesse Forze di Difesa Israeliane citati nel rapporto rivelano che a metà novembre del 2023, l’Aeronautica Militare aveva attaccato più di cinquemila obiettivi per “eliminare le minacce in tempo reale” dopo un mese di offensiva sull’enclave.
A quel punto, le autorità sanitarie di Gaza avevano documentato la morte di oltre 11.000 palestinesi, con 2.700 dispersi e quasi 27.500 feriti.
“L’obbligo di scegliere mezzi e metodi di guerra che evitino o almeno minimizzino i danni ai civili sembra essere stato sistematicamente violato nella campagna di bombardamenti israeliana”, ha sottolineato l’Alto Commissario per i Diritti Umani, Volker Türk.
In altri esempi citati, diversi attacchi al quartiere Ash Shuja di Gaza hanno distrutto circa 130 metri di larghezza ed almeno 15 edifici.
L’entità dei danni agli edifici ed i crateri indicano che furono usate circa nove bombe GBU-31 da duemila libbre, che provocarono 60 vittime, secondo l’indagine.

Ig/ebr

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE