Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Evidenziata l'esperienza di Cuba nelle campagne di vaccinazione pediatrica

L'Avana, 10 set (Prensa Latina) La responsabile del programma di vaccinazione del Ministero della Sanità Pubblica cubano, Lena López, ha sottolineato oggi che l'isola caraibica ha una vasta esperienza nelle campagne di immunizzazione della popolazione infantile.

Questo processo che stiamo portando avanti ora a Cuba è una grande sfida, ma ha come precedente la campagna antipolio iniziata nel 1962. Ora ci sono più bambini a cui somministrare un immunogeno, in questo caso contro il SARS-CoV- 2, che causa la COVID -19, ha spiegato López parlando alla televisione cubana.

Seguendo il calendario, si è concluso il primo gruppo, che è composto da studenti degli anni terminali degli studi pre-universitari, quelli dell'istruzione tecnico-professionale, della formazione pedagogica, tra gli altri.

A loro è stato somministrato il vaccino Abdala - il primo a Cuba e in America Latina - dal 3 settembre e ora verranno immunizzati coloro che per motivi diversi non hanno potuto partecipare alla vaccinazione.
Ha ricordato che il 5 settembre, nell'ambito di un piano pilota, è stata avviata la vaccinazione nella provincia di Cienfuegos, 253 chilometri a est della capitale, per tutte le età pediatriche, e l'8 settembre nel comune speciale di Isla de la Juventud.

Nella mattinata di oggi la vaccinazione con Soberana 02 è iniziata per gli adolescenti tra gli 11 e i 18 anni nelle province di Pinar del Rio, Artemisa La Habana, Matanzas, Sancti Spíritus, Ciego de Ávila, Guantanamo e Santiago de Cuba, ha riferito López.

Il resto delle province - annuncia la dirigente - dovrebbe partire la prossima settimana, in questa fascia d'età.

I più piccoli di casa non saranno lasciati indietro, perché a metà settembre inizierà la vaccinazione del gruppo dai due ai 10 anni in tutte le province del paese.

Ig/joe