Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Il presidente cubano elogia il lavoro del personale sanitario

L'Avana, 10 set (Prensa Latina) Il presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, ha onorato oggi il personale sanitario e il leader storico della Rivoluzione, Fidel Castro, promotore della formazione delle risorse umane in questo settore nel paese.

Su Twitter il presidente cubano ha scritto: “Un giorno come oggi, ma nel 1964, la Rivoluzione ha laureato 250 nuovi medici. Poi il comandante in capo ha sottolineato che questa promozione è stata ‘una marcia vittoriosa – nonostante le difficoltà – che continua nel tempo’”.

“Che questo sia un giorno d'onore per il nostro personale sanitario e per Fidel”, ha aggiunto Díaz-Canel.

Di fronte alla necessità di formare medici, fin dall'inizio del trionfo rivoluzionario del 1959, il Comandante in Capo, Fidel Castro, promosse l'insegnamento medico per ottenere specialisti laureati con un alto grado di preparazione, globale e umanitario.

Secondo l'annuario statistico del 2019, con circa 11 milioni di abitanti, questa nazione delle Antille conta con più di 95.000 medici, nove ogni mille abitanti, e più di 85.000 infermieri, che prestano servizio nel paese, e in altri continenti, attraverso accordi intergovernativi.

Dopo la fondazione da parte di Fidel Castro della Scuola Latinoamericana di Medicina (ELAM), il 15 novembre 1999, il beneficio della formazione a Cuba per questi professionisti è stato esteso a più di 100 nazioni in America Latina e Caraibi, Stati Uniti, Africa, Asia e Oceania.

Ig/evm