Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Santos e Betancourt deplorano l'atteggiamento del governo della Colombia

Madrid, 13 set (Prensa Latina) L'importanza della Colombia in Spagna per quanto riguarda la Fiera del Libro di Madrid ha acquisito oggi nuove componenti, insieme a una critica incisiva al governo di Iván Duque.

La presenza dell'ex presidente Juan Manuel Santos e dell'ex candidata alla prima magistratura di Bogotà, Ingrid Betancourt, è diventata importante in occasione del lancio del libro “Una conversazione in sospeso” in cui si avvicinano alla realtà colombiana da diverse angolazioni.

In una conversazione con alcuni media, Santos e Betancourt, rapita dai guerriglieri delle FARC-EP durante più di sei anni, hanno lamentato l'ostilità del governo Duque ad un accordo di pace.

Betancourt ha detto a Europa Press che durante la campagna elettorale Duque ha promesso di interrompere gli accordi di pace firmati nel 2016. Ma si è reso conto che non può, né in termini legali né politici, perché è protetto per 15 anni.

Santos, che ha ricevuto il premio Nobel per la pace per i suoi sforzi per raggiungere un accordo con i guerriglieri delle FARC-EP, ha criticato il desiderio di distruggere uno degli atti più importanti della storia della Colombia.

I due autori del libro alla Fiera di Madrid hanno indicato che le recenti proteste contro il governo Duque hanno come sfondo il malestare popolare e un approfondimento della polarizzazione che la sua politica ha generato.

Ieri, più di mezzo migliaio di persone, per lo più colombiane e latinoamericane che vivono in Spagna, hanno protestato contro la visita di Duque questa settimana.

I manifestanti hanno marciato questa domenica dalla centrale Puerta del Sol fino alla soglia del Parco del Retiro, nell'emblematica Puerta de Alcalá, con slogan come "Ci stanno uccidendo" e un'enorme bandiera con la scritta "Colombia per la pace e l'unità".

 

Ig/ft