Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Il vaccino cubano Abdala raggiunge i 40 milioni di dosi prodotte

L'Avana, 27 ott (Prensa Latina) La produzione del vaccino cubano contro la COVID-19 Abdala ha raggiunto i 40 milioni di dosi, cifra descritta come una pietra miliare per la scienza nel paese caraibico, ha evidenziato oggi il CIGB, artefice di quell’immunogeno.

 

Nel suo account Twitter, il Centro per l'Ingegneria Genetica e le Biotecnologie (CIGB) ha specificato che grazie all'audace decisione di unire sforzi e risorse con l'Agenzia per l'Informazione e il Controllo degli Alimenti (AICA), l'immunogeno è stato garantito per la salute dei nostri cittadini e di altre nazioni che ne hanno bisogno.

 

Abdala, il primo vaccino di Cuba e di America Latina, ha dimostrato un'efficacia del 90% nei pazienti critici e contro la variante Delta del virus SARS-CoV-2 e un'efficacia del 92,28% contro la malattia sintomatica con uno schema di tre dosi a intervalli di zero, 14 e 28 giorni.

 

Le dosi prodotte erano destinate all'immunizzazione della popolazione di età superiore ai 19 anni, che comprende donne incinte, madri che allattano, persone con trapianto, adolescenti e giovani negli anni terminali del sistema educativo nazionale.

 

A causa della sicurezza dimostrata nella campagna di vaccinazione di massa e in studi precedenti come Ismaelillo nei bambini dai tre ai 18 anni, il presidente del Gruppo Biotecnologie e Industrie Farmaceutiche (BioCubaFarma), Eduardo Martínez, ha riferito che stanno valutando la sua applicazione in un futuro studio clinico con bambini di età inferiore a due anni.

 

Ig/nmr