Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Un altro leader sociale assassinato in Colombia

Bogotà, 9 gen (Prensa Latina) Il leader sociale colombiano Miguel Antonio Gutierrez è stato assassinato oggi nel municipio di Cartagena del Chairà, dipartimento di Caquetà, hanno confermato le organizzazioni sociali. 

 
Come si diffuse tra l'opinione pubblica, Gutierrez, di 40 anni, era minacciato da paramilitari e bande criminali che operano nella zona citata dell'Amazzonia colombiana. 
 
La Confederazione Nazionale di Azione Comunale ha fatto un appello al Governo affinché si offrano le garanzie di sicurezza e protezione ai leader sociali, espresse il portavoce di quell'organizzazione, Jaime Gutierrez. 
 
Dall’inizio dell’anno sono stati già assassinati sette tra difensori dei diritti umani e leader comunali nel paese, la maggioranza lottavano per le loro terre. 
 
Davanti a tale scalata, il difensore del Popolo, Carlos Alfonso Negret, ha detto oggi a Blu Radio della Colombia che “il fatto più grave è che ci stiamo abituando alle notizie che, tutti i giorni, riportano queste morti”. 
 
“Fino a dove arriverà la malvagità coi leader sociali?”, ha dichiarato Negret, che ha considerato che le cause fondamentali degli omicidi sono relazionate col narcotraffico, il settore minerario illegale e la restituzione delle terre. 
 
Ieri la Commissione di Pace del Congresso della Repubblica ha manifestato una grave preoccupazione per l'accentuata violenza contro i leader sociali nei dipartimenti Cauca, Chocò, Valle del Cauca, Caquetà, Nord di Santander, Antioquia, Cordoba, Cesar, Meta, Nariño, Sucre e Putumayo
 
I parlamentari hanno esatto un piano efficace di protezione per i leader da parte della Procura Generale della Nazione, del Ministero della Difesa ed altre istanze del Governo e dello Stato. 
 
Ig/tpa