Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Incendio provocato in Venezuela ha lasciato grandi perdite nel settore della salute

Caracas, 11 gen (Prensa Latina) Il vicepresidente di Sviluppo Sociale, Aristobulo Isturiz, ha denunciato che, un incendio provocato nei magazzini dell'Istituto Venezuelano delle Assicurazioni Sociali (IVSS), ha lasciato perdite incalcolabili in attrezzature mediche destinate a diversi ospedali. 

 
L'accusa è stata lanciata dal titolare in una conferenza stampa insieme al ministro di Salute, Carlos Alvarado; e la presidentessa dell'entità colpita, Magaly Gutierrez, nel salone Simon Bolivar del Palazzo di Miraflores (sede del governo). 
 
“Siamo qui per denunciare davanti a tutto il paese il maggiore atto criminale, terrorista che si sia commesso contro la salute in Venezuela in tutta la sua storia”, ha affermato Isturiz. 
 
Inoltre, ha caratterizzato il fatto come un atto di barbarie contro l'umanesimo del popolo venezuelano, e che rappresenta un fatto di destabilizzazione dopo il giuramento del presidente, Nicolas Maduro, dinanzi alla Corte Suprema di Giustizia per il periodo costituzionale 2019-2025. 
 
Isturiz ha precisato che non si possono ancora registrare le perdite; però si sa, che si trovava nei magazzini per la sua distribuzione, l’equipaggiamento completo di due ospedali dell'IVSS. 
 
Inoltre, erano disponibili attrezzature per un'unità di dialisi che si inaugurerà nella valle della Pasqua, dello stato di Guarico, oltre ad una fornitura per due mesi di trattamento dei 10.080 pazienti in tutto il territorio nazionale. 
 
Tra le perdite, Isturiz ha segnalato un intero ospedale di campagna con sala operatoria e di terapia intensiva, come attrezzature per ultrasuoni, oftalmologia, odontologia, 14 macchine di anestesia, 16 attrezzature per i raggi X, tre unità di rianimazione per neonati, 54 sistemi di ventilazione e tre tomografi. 
 
“La zona dove si è prodotto l'incendio è di 22.000 metri quadrati, organizzati in sei depositi, dei quali due sono stati completamente distrutti ed il resto hanno subito perdite notevoli però parziali”, ha fatto conoscere il vicepresidente. 
 
Il titolare del gabinetto sociale, ha ringraziato per il lavoro dei funzionari dei diversi organismi del paese per l’attuazione rapida, ed ha affermato che già sono in corso le pratiche per riporre il materiale. 
 
“Il presidente Maduro ha ordinato di lavorare rapidamente per riporre le attrezzature distrutte e, soprattutto, con maggiore urgenza, quelle per la dialisi”, ha concluso Isturiz. 
 
Ig/odf