Articles

Terroristi pianificano provocazioni in Siria

Damasco, 9 lug (Prensa Latina) Mezzi siriani e russi denunciano oggi che il gruppo terrorista Giunta per la Liberazione del Levante, ex Fronte Al Nusra, pianifica provocazioni vicino alla città di Idlib, capoluogo della provincia con lo stesso nome. 

 
Come segnala il Centro Russo per la Riconciliazione, ubicato nella provincia siriana di Latakia, elementi di quell'organizzazione estremista hanno fabbricato almeno 15 dispositivi esplosivi con sostanze inquinanti in un locale della zona di Sarmada, a metà strada tra Idlib e la città di Aleppo. 
 
L'informazione, della quale si fanno eco mezzi di stampa a Damasco ed il sito web Al Masdar, afferma che l'obiettivo è incolpare l'Esercito siriano e Russia di attacchi di questo tipo in una regione di costanti confronti e provocazioni dei terroristi. 
 
Come antecedenti, queste fonti citano azioni simili promosse dall'ex Fronte Al Nusra o il Partito Islamico del Turkestan in aree di quella provincia ed in varie regioni di Siria tra gli anni 2017 e 2018 e sui quali, l'Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche (OPAQ) ha tergiversato i dati, ha dimostrato parzialità e non ha preso in conto dati e dichiarazioni delle parti siriane e russe. 
 
In questo senso, il Ministero degli Esteri di Siria ha dichiarato che la relazione dell'OPAQ contiene conclusioni false il cui obiettivo è tergiversare i fatti e denigrare le autorità ed ha sottolineato che l'Esercito non avrebbe mai usato armi chimiche. 
 
I presenti fatti mantengono elevata la tensione ad Idlib e nei i suoi paraggi, bloccano qualunque tipo di negoziazione, e specialmente, quando Siria ed i suoi alleati sono riusciti a ridurre la presenza dei gruppi estremisti di più di un terzo delle zone che occupavano. 
 
Ig/pgh