Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Siria chiede la cessazione dell'interferenza straniera nei suoi assunti interni

Damasco, 30 apr (Prensa Latina) Il viceministro degli Esteri siriano Bashar Jaafari ha chiesto oggi la cessazione immediata della brutale ingerenza politica, economica e militare negli affari interni del suo paese e la fine del blocco ingiusto e illegale.

 

Tale posizione è stata espressa dal vice cancelliere nel suo discorso virtuale durante il Forum Internazionale Arabo per la Revoca del Blocco e delle Sanzioni imposte alla Siria, organizzato nella capitale libanese con la partecipazione di oltre 250 personalità tra arabe e internazionali.

 

Tale azione interventista aumenta la diffusione del caos e del terrorismo, mentre il ricatto sul governo e sul popolo siriano e la ripetizione di ricette fallite causano solo devastazione, ha osservato il diplomatico.

 

Ha aggiunto che le pressioni e i complotti, man mano che si intensificano e si diversificano, aumenterebbero solo la determinazione dei siriani ad affrontare le sfide.

 

Secondo Jaafari, dall'inizio della guerra, alcuni paesi hanno adottato posizioni che portano a un'escalation e al prolungamento della crisi e ad un aumento della diffusione del caos e del terrorismo.

 

Stati Uniti, Regno Unito, Francia e altri paesi hanno usato tutte le loro capacità per distruggere Siria e regolare i loro vecchi conti per raggiungere i propri programmi interventisti a spese delle persone e del loro futuro, ha denunciato concludendo il suo intervento.

 

Ig/fm