Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Israele annulla la marcia degli estremisti ebrei a Gerusalemme

Tel Aviv, 7 giu (Prensa Latina) La polizia israeliana ha negato oggi l'autorizzazione a una marcia di estremisti ebrei il cui percorso proposto include la Città Vecchia di Gerusalemme, occupata da Israele dal 1967.

 

È la seconda volta che la marcia viene sospesa dalle autorità: la prima è avvenuta il 10 maggio, quando gli incidenti sono stati innescati dal tentativo di sgombero delle famiglie arabe residenti nel distretto di Sheikh Jarrah e dal divieto ai fedeli musulmani di pregare nella moschea di Al Aqsa, uno dei tre luoghi più sacri dell'Islam.

La sequenza della profanazione dei siti musulmani di Gerusalemme e i tentativi di espulsione a Sheikh Jarrah sono stati seguiti dal lancio di missili da Gaza contro Israele e dall'eccessiva risposta dell'esercito israeliano contro quella striscia di territorio palestinese.

Secondo gli organizzatori della manifestazione degli estremisti ebrei, il divieto è stato chiesto alla Polizia dal ministro della Difesa israeliano, Benny Gantz, come precauzione per evitare un'altra esplosione di violenza simile a quella del maggio scorso.

Il bombardamento indiscriminato dell'esercito di Tel Aviv contro Gaza ha ucciso quasi trecento civili palestinesi, molti dei quali bambini, donne e anziani; 12 morti si sono verificati sul lato israeliano, due dei quali investiti durante un allarme di un attacco.


Ig/msl