Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

L'ONU inserisce Brasile tra i paesi con una situazione preoccupante per quanto riguarda i diritti umani

Brasilia, 13 set (Prensa Latina) Brasile è oggi tra i 40 paesi allertati dalle Nazioni Unite sui temi dei diritti umani, secondo Michelle Bachelet, commissaria di quell'organismo che si occupa della normativa tra compiti e doveri.

Il portale di notizie R7 ha affermato che Bachelet ha menzionato lo scenario brasiliano come preoccupante durante un discorso al Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite, a Ginevra, in Svizzera.

Ha richiamato l'attenzione sulla legge antiterrorismo e sulla situazione dei popoli indigeni nel gigante sudamericano.

R7 ha precisato che tale monito è emerso lo stesso giorno in cui il ddl 1595/19, che prevede azioni antiterrorismo, sarà discusso alla Camera dei Deputati.

Inoltre, giorni prima del viaggio del presidente Jair Bolsonaro per parlare alle Nazioni Unite a New York.

Tradizionalmente, il sovrano brasiliano è il primo capo di stato a pronunciare un discorso in quel caso, previsto per il 21 settembre.

Per Bachelet, il modo in cui è stata discussa la legge antiterrorismo in Brasile, comprese le disposizioni “eccessivamente vaghe e ampie”, presenta rischi di abusi nei confronti di attivisti sociali e difensori dei diritti umani.

La criminalizzazione dei movimenti sociali e degli scioperi, così come la restrizione delle libertà fondamentali, sono alcuni dei punti che meritano attenzione nella legislazione proposta dal governo Bolsonaro.

Un'eventuale approvazione dell'attuale testo limiterebbe il diritto di protesta nella vasta nazione, secondo i relatori dell'organizzazione internazionale.

 

Ig/ocs