Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Venezuela chiede giustizia all'ONU per i minorenni uccisi in Colombia

Caracas, 13 ott (Prensa Latina) Il ministro degli Esteri del Venezuela, Félix Plasencia, ha esatto oggi alle Nazioni Unite (ONU) di fare giustizia nel recente omicidio di due minorenni di questo paese in territorio colombiano.

 

In un messaggio pubblicato sul suo account del social network Twitter, indirizzato al Segretario Generale delle Nazioni Unite, António Guterres, e all'Alto Commissario per i Diritti Umani, Michelle Bachelet, Plasencia ha messo in guardia sul “contesto xenofobo” promosso dal governo di Iván Duque contro i migranti venezuelani.

 

A sua volta, il procuratore generale, Tarek William Saab, ha denunciato ieri le violenze strutturali e sistematiche contro i cittadini venezuelani in Colombia, a seguito di politiche discriminatorie.

 

In una conferenza stampa dalla sede del Pubblico Ministero, il procuratore ha ribadito l'appello alle autorità colombiane per chiarire l'omicidio di due minorenni venezuelani avvenuto il 9 ottobre nell'area urbana del comune di Tibú, nel dipartimento settentrionale di Santander.

 

Le vittime sono state arrestate dopo essere state accusate di furto in un magazzino, ammanettate e filmate mentre un uomo della comunità è stato osservato con l'intenzione di consegnarle alla polizia "in modo che non apparissero morte per strada", ha detto Saab.

 

In seguito, sul posto sono giunti uomini armati e hanno preso i minorenni, che ore dopo sono stati trovati già giustiziati sulla strada che porta al municipio di El Tarra, ha aggiunto.

 

Il procuratore ha sottolineato che non si tratta di un evento isolato, citando dati dell'ONG “Consultoría para los Derechos Humanos y el Desplazados”, che denuncia l’omicidio di almeno 1.933 migranti venezuelani in Colombia e altri 836 denunciati come dispersi tra il 2015 e il 2020 .

 

Ig/wup