Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Gruppo di avvocati coinvolto nel rilascio di un serial killer in Bolivia

La Paz, 3 feb (Prensa Latina) Un consorzio di avvocati e magistrati si è dedicato a favorire il rilascio di criminali condannati, ha confermato oggi il pubblico ministero Johan Muñoz, riferendosi all'ex giudice Rafael Alcón e alla dottoressa Carmen Solari, accusati di atti illeciti.

 

"A causa delle indagini che sta svolgendo il Pubblico Ministero (...), la dott.ssa Carmen Solari è stata arrestata, per prima cosa perché si è scoperto che è stata lei l'avvocato e l'architetto ad ottenere gli arresti domiciliari di Riccardo Choque Flores", ha assicurato Muñoz in relazione allo scandalo del serial killer recentemente catturato.

Secondo il rappresentante del Pubblico Ministero, durante un'irruzione negli studi dell'avvocato, è stata trovata la prova che Solari ha svolto diversi processi con le stesse caratteristiche per liberare gli antisociali, e vi hanno partecipato le stesse persone, compreso l'ex giudice Alcón.

Ha ammesso l'esistenza di un elenco di persone che saranno chiamate a testimoniare per valutare la loro partecipazione e non ha escluso la possibilità di altri arresti.

Solari è stata arrestata il giorno prima nell'ambito delle indagini dopo l'arresto di Choque per l'omicidio e la sepoltura di due adolescenti in casa sua, indagini che hanno incriminato il giudice Alcón.

Lui ha emanato la delibera 890/2019 che concedeva gli arresti domiciliari temporanei a favore di Choque per un periodo di 18 mesi, sostenendo che al condannato erano state diagnosticate "epatite, gastrite cronica, ulcera peptica, diabete e asma bronchiale" .

L'avvocata è stata identificata per aver manipolato il certificato medico e aver consegnato tale documento al giudice Alcón, che ha stabilito gli arresti domiciliari del femminicida nonostante fosse stato condannato a 30 anni di reclusione senza diritto all’indulto.

Ig/jpm