Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Lula considera anormale la crisi tra Bolsonaro e la Corte Suprema brasiliana

Brasilia, 26 apr (Prensa Latina) L'ex presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva ha definito oggi anormale il conflitto tra il presidente Jair Bolsonaro e la Corte Suprema per la grazia concessa al deputato Daniel Silveira, condannato dai tribunali.

"Abbiamo un problema in Brasile, che è la ricostruzione delle istituzioni, che avevamo fabbricato correttamente. Pensate che la lotta tra il presidente e la Corte Suprema Federale sia normale? Non è normale, qualcosa non va", ha detto Lula durante un'intervista a giornalisti e youtuber trasmessa sui social.

Per il fondatore del Partito dei Lavoratori, il capo dello Stato e la Corte Suprema "non devono scambiarsi dispetti. Cioè, il tribunale giudica e il presidente governa, ognuno deve svolgere la sua funzione".

Lula ha alluso alla crisi tra Bolsonaro e la Corte Suprema, che la scorsa settimana ha avuto un nuovo capitolo, con la grazia che il leader di estrema destra ha concesso a Silveira, sanzionato per atti antidemocratici e minacce ai giudici.

"Ecco perché penso che Bolsonaro sia stato stupido quando ha preso questa decisione e questa grazia che ha concesso", ha rimarcato l'ex leader sindacale, che inoltre considera mediocre l'ex capitano dell'esercito.

Visti i fatti, martedì la Corte Suprema ha chiesto all'ex militare di spiegare la clemenza concessa al suo adepto legislativo dopo che questa corte lo aveva condannato a otto anni di reclusione.

Fino ad oggi, Lula, che ha riacquistato i diritti politici nel marzo del 2021 dopo l'annullamento delle sue condanne, dirige tutti i sondaggi di opinione in vista delle elezioni di ottobre, in cui Bolsonaro vorrebbe di essere rieletto.

Ig/ocs