Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Incontro Biden-López Obrador negli Stati Uniti ha come tema fondamentale la migrazione

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, riceverà oggi alla Casa Bianca il suo omologo messicano, Andrés Manuel López Obrador, un incontro che dovrebbe avere la migrazione tra le sue principali priorità.

 

L'incontro di martedì è preceduto da uno scenario complesso nella regione sulla questione migratoria, che quest'anno ha raggiunto numeri record.

 

Inoltre, ci sono aspettative perché entrambi si vedranno dopo un mese del IX Vertice delle Americhe, tenutosi a Los Angeles in California, a cui López Obrador non ha partecipato respingendo la decisione del governo Biden di escludere dall'incontro Cuba, Venezuela e Nicaragua. 

 

Secondo informazioni reali, gli Stati Uniti e Messico intendono avviare un gruppo di lavoro bilaterale sui percorsi di migrazione per lavoro e sulla protezione dei lavoratori.

 

È previsto anche l'annuncio di azioni congiunte per migliorare le infrastrutture di frontiera, come investimenti nei porti di ingresso, migliorare la cooperazione tra le forze dell'ordine, soprattutto per interrompere lo spaccio del fentanil, un oppiaceo che negli Usa è diventata un’epidemia.

 

Nonostante l'assenza di López Obrador dal Vertice delle Americhe, Messico ha firmato una dichiarazione, insieme ad altri paesi, per affrontare la migrazione nell'emisfero occidentale.

 

Il consigliere per la sicurezza nazionale, Jake Sullivan, ha dichiarato lunedì che Biden e López Obrador si baseranno su questi impegni e su altri argomenti.

 

Poche ore prima di partire per la capitale statunitense, López Obrador ha precisato che ci sono questioni bilaterali come la migrazione, che ha a che fare con i programmi di cooperazione allo sviluppo, non solo nel caso del Messico, ma anche con il sostegno per i paesi dell’America Centrale.

 

L'urgenza di affrontare questo problema è dimostrata dal recente ritrovamento di un camion abbandonato a San Antonio, in Texas, con 46 migranti morti, un numero che è poi aumentato a 53, fatto definito dalle autorità come il "caso peggiore di traffico di persone" negli Stati Uniti.

 

Secondo i rapporti, 26 delle vittime mortali erano cittadini messicani.

La vicepresidente Kamala Harris riceverà anche López Obrador prima del suo incontro bilaterale con Biden, come confermato dall'addetto stampa della numero 2 della Casa Bianca, Kirsten Allen.

 

Harris ha incontrato ripetutamente López Obrador, nell'ambito del suo ruolo nell'affrontare le cause profonde della migrazione nel cosiddetto Triangolo del Nord, composto da tre paesi: Guatemala, Honduras e Salvador.

 

Deisy Francis Mexidor, giornalista di Prensa Latina