Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Allarmante perdita di mangrovie in Salvador

San Salvador, 4 ago (Prensa Latina) Dal 1950 Salvador ha perso circa il 60% delle sue mangrovie, indicano oggi i dati del Ministero dell'Ambiente.

 

Le statistiche dimostrano che il paese è passato dai 100.000 ettari di foreste costiere nel 1950 ai 40.000 di oggi.

In dichiarazioni alla stampa, Fátima Romero, biologa dell'Unità Ecologica Salvadoregna (UNES) e membro del Tavolo Permanente per la Gestione dei Rischi, ha sottolineato che gli esseri umani stanno sfruttando eccessivamente le risorse naturali in modi diversi.

Romero, membro di questa ONG che si batte per la protezione e la conservazione dell'ambiente in Salvador ed a livello regionale, ha spiegato che le mangrovie sono barriere naturali che proteggono dai cambiamenti climatici, ma che sono anche fonti di sussistenza per molte popolazioni che traggono beneficio dagli esseri viventi che le abitano.

Il ripristino e la gestione sostenibile di questi ecosistemi è importante, ha sottolineato, poiché secondo l’Indice de Riesgo de Cambio Climático 2009 di Germanwatch, questo è un paese vulnerabile, motivo per cui è importante lavorare sullo sviluppo di misure di adattamento agli effetti di questo fenomeno globale.

Secondo gli ambientalisti, il Bajo Lempa ed altre regioni costiere sono le più vulnerabili all'innalzamento del livello del mare, a causa del cambiamento climatico indotto dall'uomo che minaccia le isole e le nazioni rivierasche.

Ig/lb