Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Razzismo presente nelle proteste sociali in Perù

Lima, 24 gen (Prensa Latina) La presenza del razzismo si riflette in Perù in un breve video in cui una poliziotta scuote e insulta gridando ad un'anziana indigena andina di lingua quechua, solo perché si lamenta dei maltrattamenti nella sua lingua.

 

Nel blitz dell'Universidad Mayor de San Marcos del 21 gennaio, la robusta agente le esige di stare zitta e, quando cerca di alzarsi, lei le impedisce con la forza di stare in piedi, la ributta a terra, a faccia in giù, e le strappa violentemente il cellulare. Poi fa quasi lo stesso con un'altra donna indigena.

La testimonianza visiva ha avuto un grande impatto e la gravità di quanto dimostrato ha portato la polizia ad annunciare un processo contro la maltrattante, individuata e smascherata da alcuni internauti.

Lo scrittore e analista Marco Avilés ha sottolineato il fatto che, quando una rete televisiva ha presentato l'incidente dietro il cancello all'ingresso di San Marcos, violato da un'auto blindata della polizia, l'autista ha ignorato l'abuso ed ha chiesto al giornalista se il cancello fosse stato abbattuto dalla polizia o danneggiato dagli studenti o dai provinciali andini venuti a protestare contro il governo.

La donna indigena aggredita, attraverso un traduttore, poi ha dichiarato che né lei né il suo popolo si sono lasciati intimidire e continueranno la lotta con più forza, per le dimissioni della presidente de facto Dina Boluarte e la sua sostituzione con un parlamentare scelto dalla maggioranza, con elezioni generali anticipate indette con urgenza e con un referendum simultaneo sull’importanza di un'assemblea costituente.

 

Ig/mrs