Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Presentano a Parigi esposizione di Prensa Latina in omaggio al Che

Parigi, 14 giu (Prensa Latina) Francesi e cubani si unirono oggi per rendere omaggio ad Ernesto Che Guevara, con l'apertura di un'esposizione di foto esclusive dell'agenzia Prensa Latina e la presentazione di un libro dell'intellettuale francese Jean Ortiz. 

 
Nel 58ºanniversario di Prensa Latina, l'istituzione con sede a L'Avana realizzò una selezione di fotografie per rendere omaggio al Che che insieme al giornalista argentino Jorge Ricardo Masetti creò questo mezzo di comunicazione il 16 giugno 1959, col fine di potenziare la proiezione comunicativa internazionale della nascente Rivoluzione cubana. 
 
Sotto il titolo “Querida presencia”, la mostra inaugurata a Parigi include immagini dei due fondatori nelle prime installazioni dell'agenzia, come foto che testimoniano l'intensa attività sviluppata dal Che nei primi anni della Rivoluzione. 
 
Il secondo capo dell'ambasciata di Cuba in Francia, Nelson Tamayo, diede il benvenuto ai presenti ed affermò che la mostra fotografica e la presentazione del libro “Viva il Che”, costituiscono un omaggio al Guerrigliero Eroico nell'anno in cui si realizza l'89º anniversario del suo compleanno, ed il 50º anniversario della sua morte. 
 
“La figura del Che costituisce un'immagine inevitabile della storia di Cuba e dell'America Latina”, affermò davanti ad un nutrito pubblico, e ricordò che il mitico guerrigliero argentino consacrò la sua esistenza alla lotta a favore dei popoli. 
 
Jean Ortiz, giornalista ed intellettuale francese che fu corrispondente del quotidiano L'Humanité a Cuba, presentò il suo libro dedicato al Che e patrocinò per riscattare la sua figura ed il suo pensiero, per resistere la tendenza commercializzante che tende alla banalizzazione. 
 
Terminando l'atto, i presenti intonarono spontaneamente la melodia di “Hasta siempre Comandante”, canzone scritta da Carlos Puebla nel 1965 ed il cui ritornello dà il nome all'esposizione di Prensa Latina, un momento emotivo che fece evidente la profonda impronta lasciata dal Che nei popoli del mondo. 
 
Ig/lmg